Capretto laccato con patate.

Proviamo ad immaginare che il termine “capra” possa indicare qualcosa di più lusinghiero di quello che intende Sgarbi in alcune valutazioni di determinate menti! Pensiamo, per esempio, che possiede invidiabili doti montanare o che è nostra antichissima compagna poichè sembra che la sua domesticazione risalga a 9-10.000 anni a.C. ad opera di popolazioni montane dell’Iran….

Stoccafisso di Natale.

Potrò proporre quello della figura che segue per la ricetta dello stoccafisso di Natale? Direi proprio di no! Perché? Ma perché non c’è il rosso! Chissà per quale ragione, insieme all’oro e al verde, quella tinta è la portavoce  della coreografia  natalizia? Potremmo ipotizzare che è il colore ancestrale, quello del sangue; o che è,…

Questa mattina ho fiocinato una cernia…

… mi ha detto Raffaele manifestando l’intenzione di farmene omaggio. Tutti lo chiamano con il soprannome di Falino come il celebre tennista Sergio Cavazzuti  scomparso nel gennaio di quest’anno ma come da Raffaele o Sergio si possa arrivare a Falino proprio non lo so. Raffale… Raffaelino… Falino… ? Mah!… forse! Non capisco nemmeno perché si…

Prato allo Scorfano

No, non è il nome di una località di mare o di brutta gente ma una fantasia con cui presentare questo pesce che da il meglio di se nei sughi o nelle zuppe, sminuzzato e insaporito, piuttosto che in filetti come un rombo o un San Pietro. Certo ci vuole una discreta dose di fantasia…

CANAPA, FAVA, GUANCIALE CROCCANTE E PECORINO DI GROTTA!

Questo articolo è, in effetti, un’appendice di quello proposto, circa un anno fa, ” Pasta con fave guanciale e pecorino ” in vista della stagione del verde baccello. È a quella ricetta che vi rimando per la preparazione perché le modifiche sono poche… tanto per dare un look diverso al prodotto della precedente primavera… ma…

PASTA CON FAVE GUANCIALE E PECORINO

Pitagora esortava i suoi discepoli ad affrontare un nemico armato piuttosto che un campo di fave … non conosceva la G6PD (glucoso-6-fosfato-deidrogenasi ), la cui carenza, geneticamente indotta, causa il favismo. Che cos’è? È quella manifestazione, spesso mortale ai suoi tempi, che doveva avere osservato in qualche ignaro portatore della malattia all’ingestione del legume. Ma…