SCHERZI DA PRETE

Il simpatico prelato, di madre lingua francese, è arrivato poco dopo i mandarini cinesi o kumquat. Ne avevo, infatti, ricevuto in dono un cestino da una paziente che li coltiva nel suo giardino. 

I piccoli frutti si mangiano, dopo accurato lavaggio, tutti interi. La buccia ha un sapore dolce mentre l’interno è lievemente agro. Dopo averne assaggiato qualcuno decisi di affogare gli altri nella vodka e resi partecipe il sacerdote, che stava osservando incuriosito ciò che sembrava estraneo ad uno studio medico, delle mie intenzioni. Per nulla stupito, passò, senza esitazione, al contrattacco: 

– Vous pouvez faire mieux … vous êtes medicin !

Di fronte alla mia espressione interrogativa si spiegò … e lo fece senza indugio, come chi si cimentava spesso con la procedura … 

DSC_8488-2

 Una parte della vodka viene addolcita con zucchero di canna, quindi…

DSC_8493

… aspirata con una siringa …

DSC_8501.JPG

… ed iniettata dentro ai kumquat…

DSC_8505.JPG

… si bagna, infine,  con il resto del superalcolico  fino a coprire i fruttini.

Ma il francofono discepolo del Signore non era ancora del tutto soddisfatto e mi volle offrire un secondo consiglio da utilizzare in caso di bambini lamentosi…

– Tiens bébé … mange cet bonbon ! 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...